Skip to main content

LA CASA È DI MODA 

di Stefania Giacomini

Come l’abito, anche la casa racconta qualcosa del proprio status, della propria ricchezza e della propria personalità: per questo i grandi nomi della moda hanno capito l’importanza dell’arredamento.

Da tempo sono nate collaborazioni tra ditte produttrici di arredi e designer e gli stessi grandi brand della moda hanno lanciato la loro linea casa.

Milano Design Week 2024 ha ospitato un’ampia sezione dedicata alla moda e al design, dove si è registrata la partecipazione di trenta brand e quindici new entry, a conferma di come il business del lusso si orienti verso il tema della casa.

Girando per Milano, ci si rende conto di quanto “il made in Italy, dalla progettualità al prodotto finito che ci ammira il mondo intero, sia così importante per il nostro paese”, mi dice nell’intervista Gilda Bojardi, l’inventrice del Fuori Salone che in questi giorni conta quattrocentomila presenze a Milano.

Giorgio Armani, uno dei primi a dedicarsi al design della casa, in questa edizione ha aperto la sua storica sede a palazzo Orsini con la raffinata proposta ‘Echi dal mondo’, la nuova collezione i cui riferimenti spaziano dall’Europa al Giappone, dalla Cina all’ Arabia e al Marocco. “Avrei voluto fare il regista – dichiara il re della moda – e in fondo ho realizzato il mio sogno: il mio modo di vedere lo stile è completo, va dagli ambienti alle persone che lo abitano.

Ho immaginato un viaggio ‘cinematografico’ nei paesi che mi ispirano”.

Accostamenti inusuali di materiali, tecniche di decoro, lavorazioni preziose di pezzi di arredamento abbinati agli abiti più iconici della collezione Giorgio Armani Privé. Raffinatezza è la parola d’ordine per una produzione realizzata interamente in Italia.

Di tutt’altro registro le novità di Dolce & Gabbana casa, realizzate in partnership con Luxury Living Group: il bianco e il nero della collezione ‘Dreaming’ e il tema ‘Verde maiolica’ ispirato alle case del Mediterraneo si affiancano alle proposte già disponibili del ‘Carretto Siciliano’, ‘Blu Mediterraneo’, ‘Leopardo’, ‘Zebra’, ‘DG Logo’, fino ad arrivare all’accecante e mitologico oro.

Si ritorna indietro nel tempo, alle sfarzose dimore imperiali di civiltà lontane osservando la collezione ‘Oro 24kt’: divani, tavolini da salotto, chaise longue dal design essenziale ma dal materiale lussuoso, l’oro. Non parliamo dei costi, che sono stratosferici, ma immaginiamo che il mercato di riferimento sia quello opulento e sfarzoso dei paesi arabi.

Dall’opulenza all’essenza della natura, altro filo conduttore delle proposte di Moda e Design. Terra, acqua e aria sono gli elementi ispiratori di ‘Epoque’ by Egon Von Furstenberg. Ecco alcuni tavoli di marmo, divani con strutture in acciaio lavorate a laser, divani dai pellami nelle colorazioni tipiche della terra: ”Mobili resi originali dall’uso della resina, materiale che ha permesso di sperimentare nuove tecniche di decorazioni – dichiara il product manager Vincenzo Merli – applicabili in ogni tipo di superficie”.

Tante le idee di casa: quella di Cini Boeri era pensata con stanze separate con uscite indipendenti e un unico luogo dove gli abitanti si riuniscono.

A lei, nel centenario della sua nascita, Loro Piana Interior ha dedicato una straordinaria istallazione con la proposta degli arredi più famosi disegnati dall’architetta, vestiti per l’occasione con i tessuti Loro Piana, i più raffinati, in cachemire e seta, una serie limitata e numerata di cento pezzi.

Il pensiero di Cini Boeri è straordinariamente contemporaneo – afferma Francesco Pergamo, Direttore di Loro Piana Interior – e ci ha dato l’opportunità di contribuire a valorizzare la figura dell’architetta”.

Tante idee di lusso, ma per Gilda Bojardi non ci sono dubbi: “La qualità è il vero lusso, può essere nascosto ma si esprime negli oggetti che durano nel tempo. Qualità significa durata nel tempo, in un periodo in cui si deve pensare non solo al consumismo ma al risparmio di energie in difesa del pianeta”.

Home is in fashion

by Stefania Giacomini

Like clothes, the home also tells something about one’s status, wealth and personality: this is why the big names in fashion have understood the importance of furnishing.

Collaborations between furniture companies and designers have been established for some time, and the big fashion brands themselves have launched their own home line.

Milan Design Week 2024 hosted a large section dedicated to fashion and design, where thirty brands and fifteen new entries took part, confirming how the luxury business is moving towards the theme of the home.

Walking around Milan, one realises how “Made in Italy, from design to the finished product that the whole world admires us for, is so important for our country,” Gilda Bojardi, the inventor of the Fuori Salone, which has four hundred thousand visitors in Milan these days, tells me in the interview.

Giorgio Armani, one of the first to devote himself to home design, opened his historic home at Palazzo Orsini this year with the refined ‘Echoes from the World’, the new collection whose references range from Europe to Japan, from China to Arabia and Morocco.

“I would have liked to be a director,” says the king of fashion, “and in the end I have realised my dream: my way of seeing style is complete, it goes from the environments to the people who inhabit them.

I imagined a ‘cinematographic’ journey to the countries that inspire me’. Unusual juxtapositions of materials, decoration techniques, precious workmanship of pieces of furniture combined with the most iconic clothes in the Giorgio Armani Privé collection. Refinement is the watchword for a production made entirely in Italy.

The new Dolce & Gabbana home collections, realised in partnership with Luxury Living Group, are of a completely different register: the black and white of the ‘Dreaming’ collection and the ‘Majolica Green’ theme inspired by Mediterranean houses are flanked by the already available ‘Carretto Siciliano’, ‘Blu Mediterraneo’, ‘Leopard’, ‘Zebra’, ‘DG Logo’, and even the blinding, mythological gold.

We go back in time, to the opulent imperial residences of distant civilisations when we look at the ‘Oro 24kt’ collection: sofas, coffee tables, chaise longue with an essential design but luxurious material, gold. Let’s not talk about the costs, which are stratospheric, but let’s imagine that the target market is the opulent and sumptuous one of Arab countries.

From opulence to the essence of nature, another thread running through the Fashion and Design proposals. Earth, water and air are the inspiring elements of ‘Epoque’ by Egon Von Furstenberg. Here are some marble tables, sofas with laser-worked steel structures, sofas with leather in typical earth colours: “Furniture made original by the use of resin, a material that has allowed us to experiment new decoration techniques,” says product manager Vincenzo Merli, “applicable to all kinds of surfaces.

There are many house ideas: Cini Boeri’s was designed with separate rooms with independent exits and a single place where the inhabitants gather.

To her, on the centenary of her birth, Loro Piana Interior has dedicated an extraordinary installation featuring the most famous furnishings designed by the architect, dressed for the occasion in Loro Piana fabrics, the finest in cashmere and silk, a limited and numbered series of one hundred pieces.

“Cini Boeri’s thinking is extraordinarily contemporary,” says Francesco Pergamo, Director of Loro Piana Interior, “and has given us the opportunity to contribute to enhancing the figure of the architect.

Tante idee di lusso, ma per Gilda Bojardi non ci sono dubbi: “La qualità è il vero lusso, può essere nascosto ma si esprime negli oggetti che durano nel tempo. Qualità significa durata nel tempo, in un periodo in cui si deve pensare non solo al consumismo ma al risparmio di energie in difesa del pianeta”.

Lascia commento